Spagnola e sesso, tutto sull’uso del seno mentre si scopa

Spagnola-sesso

Quando si fa sesso ci sono diverse parti del corpo che possono essere coinvolte nel piacere estremo: la vagina, il collo, i fianchi, il culo, il seno.

Proprio il seno è, a volte, una delle zone erogene del corpo femminile, meno considerate mentre si fa sesso.

Certo, esso viene accarezzato nella fase dei preliminari, ma quando si tratta di penetrazione, a volte viene un po’ lasciato indietro.

Ma questo non ha motivo di essere.

Il seno è, infatti, un’area del corpo della donna ricco di terminazioni nervose, da stuzzicare e stimolare come più si crede. Oltre a questo, la donna lo usa spesso come vera e propria arma di seduzione (immaginate un reggiseno a balconcino, per capirci).

Spagnola e sesso

Una pratica sessuale che si fa con il seno è nota con il nome di spagnola e consiste nel prendere il pene del proprio partner tra le curve del proprio seno per masturbarlo.

Si tratta di un’alternativa alle classiche posizioni sessuali che può regalare, ed entrambi i partner, dei piaceri sessuali davvero inesplorati fino ad ora, in maniera particolare se il pene dell’uomo è più grande della media.

> Come ingrandire il pene di 1,5 cm in 5 giorni

Come si fa la spagnola?

Ci sono tre alternative:

  • l’uomo sotto
  • l’uomo sta sopra
  • il 69

Nel primo caso è la donna che prende il pene del suo uomo tra il seno, strofinandolo, massaggiandolo e masturbandolo.

Lei è nel pieno controllo della situazione, lui può godersi lo spettacolo, e questo non farà altro che farlo eccitare ancora di più.

Nel secondo caso è l’uomo che, da sopra, si sposta più verso la parte alta della donna e le mette in pene tra le tette, stringendole o facendole stringere al partner.

In questo caso è lei che può godersi lo spettacolo, e se lui ha anche dei begli addominali è ancora meglio.

Il vantaggio di questa posizione è che se è lei che stringe il seno, lui è le mani libere per poterle toccare contemporaneamente il clitoride.

Il terzo esempio è quello del 69, la posizione con la quale ci si fa sesso orale a vicenda. In questo caso la donna, invece che prendere in bocca il membro del proprio partner può decidere di accoglierlo tra le curve del suo seno.

Spagnola e pompino

La spagnola può essere un’eccellente posizione anche per fare, contemporaneamente, un pompino al proprio uomo. Anche in questo caso, un pene grande, che riempie la bocca, è consigliato. Se non è il tuo caso, o vorresti di meglio, ti consigliato questo articolo che spiega come ingrandire il pene di 1,5 cm in 5 giorni.

Leccare il pene del partner è piacevole per entrambe le persone.

Si può venire mentre si fa una spagnola?

Si, certo, è possibile. In questo caso tenete presente il desiderio del partner, perché eiculando con il seno vicino al viso, molto probabilmente le schizzereste in faccia, e questo non a tutte piace.

Lo stesso si può dire che l’idea di venire in bocca, cosa che non a tutte le donne piace.

Per cui, prima di farlo, per far sì che l’esperienza sia piacevole per entrambi e rimanga tale, accordatevi su come e quando venire.

Per la spagnola bisogna usare un lubrificante?

Non ce n’è sicuramente bisogno, e anzi secondo noi rovinerebbe l’esperienza.

La spagnola è bella “al naturale“, con la pelle del pene che tocca quella del seno, e non c’è davvero bisogno di usare null’altro.

Perché si chiama spagnola?

Non c’è un motivo chiaro per il quale questa pratica sessuale si chiami così. Alla fine, ci sono tre ipotesi:

  1. a Parigi, agli inizi del ‘900, i ricchi dell’epoca si facevano masturbare in questa maniera dalle loro domestiche, che erano provenienti dalla Spagna;
  2. si dice che questa pratica fosse molto diffusa in Spagna tra coloro che andavano a prostitute, per evitare di contrarre delle malattie;
  3. si propende per una pratica che facevano i Mori (musulmani Berberi che vissero in Spagna) con le donne spagnole dell’epoca.

Per un approfondimento sulla storia di questo modo di dire, ti rimandiamo su questo sito.

A te la parola

E’ una pratica sessuale che ti piace? L’hai fatta o la fai? Perché ti piace?

Dicci la tua, siamo tutt’orecchi :)

mm
Sono nata in Russia, ma ho vissuto tanto tempo in Italia e sento un po’ mia questa nazione. Ho vissuto anche in Svezia e ad Amsterdam… oggi invece vivo a Londra (ma torno spesso in Italia)! Kisses! :*

One Response

  1. francesca 7 settembre 2016

Dicci il tuo commento, puoi farlo anche in forma anonima ;)